Archivi del mese: giugno 2007

La Catena di Amélie

A Lilian piace:

Scoppiare le palline di plastica della carta da imballaggio (cit.)
Fare le parole crociate e il quesito della Susy sulla spiaggia
Spernacchiare nel  bunigo del malcapitato compagno diletto
Farsi dare zampate dalla gatta, a patto che tiri fuori le unghia con moderazione
Stare stdraiata nel letto a pensare, la mattina appena sveglia

A Lilian non piace: 

Fare le fotocopie delle pratiche del Capo
Subire gli sguardi molesti dei clienti rattusi
La puzza di fumo di sigaretta sulla pelle di un uomo
La pellicina del pomodoro nel sugo.
Vedere la faccia di Mastella in tv ad ora di cena.

Ognuno è libero di aderire alla Catena di Amélie in maniera del tutto illogica e casuale.
Non è necessario essere fan del film per provarci… io per esempio lo trovo enormemente sopravvalutato.
Ovviamente se nessuno aderirà mi riterrò una donna fallita e senza speranza e mi murerò viva nel blog.
Finalmente.

<!–

–>

Annunci

50 commenti

Archiviato in Lola s lists

Vivere in un ufficio con tre colleghi maschi, di cui uno con una quantità di testosterone pari a quella di un gorilla albino, significa essere sottoposte quotidianamente a un bombardamento di informazioni sulle altre donne che porterebbe al suicidio per disistima persino Scarlett Johansonn.
Una è figa, l’altra è bella, una c’ha due occhi, l’altra non è un granché però sembra proprio porca, quella tenetemela lontana perché se no non so che faccio, quell’altra non voglio che entri nel mio ufficio e chiuda la porta, quella al telefono aveva una voce fighissima ma dal vivo è una balena.

Il Salentino Nero ascolta e non commenta, con il suo fare signorile, al massimo accenna un "A me piacciono un po’ più in carne" o "A me sembra un po’ volgare."

Il Capo fa finta di disprezzarle tutte ma poi ogni volta che una entra nel suo ufficio si chiude dentro.

Il Viveur Napoletano è un fuoco di fila di bona – melafarei -statosta – vuolefottere – èfine – èdasposare – èdelusadalmarito –  èdascopare, però tiene la foto della moglie nel giorno del matrimonio sul desktop.

Su una cosa sono sempre tutti d’accordo, i mariti sono tutti cornuti o al più dei bietoloni che non si meritano di stare con delle donne così splendide.

Poi dicono di noi. <!–

–>

50 commenti

Archiviato in oi dialogoi